Incentivi auto 2024: come sono e quando partono?
Incentivi auto 2024: come sono e quando partono?

Incentivi auto 2024: come sono e quando partono?

9 Aprile 2024
0 Commenti

La conferma del prolungamento degli Incentivi auto ecobonus per il 2024, era arrivata dal Ministro Adolfo Urso che aveva annunciato un nuovo piano per gli incentivi auto 2024 sostenibile che mira a favorire l’acquisto di auto prodotte in Italia. 

Il 23 gennaio scorso era stata attivata la piattaforma per la prenotare gli incentivi auto ecobonus con i fondi rimanenti del 2023.

Mentre, il decreto per avviare i nuovi ecobonus per auto, moto e veicoli commerciali è alla firma della Presidenza del Consiglio ed entro un mese dovrebbe essere operativo il decreto del governo sui nuovi contributi per i veicoli.

La bozza del nuovo Dpcm con gli incentivi auto è stata visionata in questi giorni dal quotidiano di Confindustria, il Sole-24 Ore e sono stati confermati i bonus sono fino a 13.500 euro, se si ha un Isee sotto i 30.000 euro e la somma complessiva è di 950 milioni di euro.

Dopo la firma di Meloni, ci sono altri passaggi da seguire: l’ok della Corte dei conti, il testo da pubblicare sulla Gazzetta ufficiale e poi l’essenziale aggiornamento della piattaforma Invitalia-Mimit per fare richiesta.

Secondo il ministero delle imprese e del made in Italy, sarebbe già in corso l’aggiornamento della piattaforma di prenotazione online degli incentivi, così da far partire gli Incentivi auto 2024 entro la prima settimana di maggio.

Scopriamo insieme tutto quello che c’è da sapere sugli Ecoincentivi auto 2024 e come ottenerli.

ECOBONUS AUTO 2024: I FONDI RIMASTI

Per chi ha acquistato o ha già firmato un contratto d’acquisto di una nuova auto in questi primi giorni del 2024 le somme vanno da un massimo di 5.000€ per un’elettrica con rottamazione a un minimo di 2.000€.

Attraverso la piattaforma Invitalia si potranno effettuare le prenotazione.

Ecco la tabella:

– Per le auto elettriche (con emissioni comprese tra 0-20 g/km di Co2, categoria M1, limite di prezzo 42.700€): l’incentivo statale sarà di 5.000 euro in caso di rottamazione di un’auto usata di emissione inferiore da Euro 0 a Euro 4 e di 3.000€ senza rottamazione;

– Per le auto ibride plug-in (con emissioni comprese tra 21-60 g/km di Co2, categoria M1, limite di prezzo 54.900€ ): l’incentivo statale sarà di 2.000 euro, oppure 4.000 euro in caso di rottamazione;

– Per le auto mild hybrid, full hybrid e termiche (con emissioni comprese tra  61-135 g/km di Co2, categoria M1,  limite di prezzo 42.700€): l’incentivo statale sarà di 2.000 euro solo con rottamazione. Gli attuali fondi per le auto termiche e ibride sono esauriti.

QUALI FONDI SONO DISPONIBILI PER GLI INCENTIVI AUTO 2024?

Nel 2024 resterà lo stesso meccanismo basato su tre categorie di auto degli incentivi auto dello scorso anno e a cambire saranno le somme attribuite alle singole categorie.

Rispetto ai 930 milioni di euro di cui si era parlato finora, i fondi messi a diposizione dal governo per gli incentivi auto 2024 arrivano a 950 milioni. Quindi, ai 610 già stanziati due anni fa per il 2024 si aggiungono 330 milioni di residui 2022, più 10 milioni di risorse 2023.

Alle auto saranno destinati 793 milioni divisi per alimentazione, più per termiche ed elettriche e meno per le ibride plug-in.

INCENTIVI AUTO 2024: COME FUNZIONANO?

Lo Stato ha deciso di stanziare ben 630 milioni di euro all’anno fino al 2030 per l’acquisto di una nuova auto: nel 2023 erano stati destinati 575 milioni all’acquisto auto, mentre nel 2024 la cifra a disposizione sarà di 793 milioni per gli ecoincentivi auto, declinati come a seguire.

L’entità dell’ecoincentivo Ecobonus 2024 dipenderà dalla categoria ambientale dell’auto acquistata e i fondi saranno così ripartiti:

– Per le auto elettriche (con emissioni comprese tra 0-20 g/km di Co2, categoria M1): sono stati stanziati 240 milioni di euro nel 2024;

– Per le auto ibride plug-in (con emissioni comprese tra 21-60 g/km di Co2, categoria M1): sono stati stanziati 150 milioni di euro nel 2024;

– Per le auto mild hybrid, full hybrid e termiche (con emissioni comprese tra  61-135 g/km di Co2, categoria M1): la somma stanziata per i fondi ecobonus nel 2024 è pari a 403 milioni di euro.

Per poter beneficiare degli incentivi statali auto 2024l’auto che si desidera acquistare dovrà avere un prezzo di listino (IVA inclusa, IPT esclusa):

– Fino a 42.700 euro per le auto elettriche (0-20 g/km);

– Fino a 54.900 euro per le ibride plug-in (21-60 g/km);

– Fino a 42.700 euro per le auto mild hybrid, full hybrid e termiche.

INCENTIVI AUTO 2024: GLI SCONTI CON O SENZA ROTTAMAZIONE

Per riassumere, i nuovi incentivi auto consisteranno in uno sconto sul prezzo di listino.

Lo scherma sarà il seguente per alimentazione:

Incentivi auto elettriche 2024

Per ottenere gli incentivi auto per l’acquisto di un’auto elettrica, il prezzo della vettura non dovrà superare i 42.700 euro, Iva compresa.

In particolare, il contributo per coloro che hanno: 

– ISEE superiore a 30.000 euro: l’incentivo auto sarà di 6.000 euro senza rottamazione, oppure di 9.000 euro rottamando un’auto Euro 410.000 euro rottamandone una Euro 3 11.000 euro rottamando una da Euro 0 a Euro 2.

– ISEE inferiore ai 30.000 euro: l’incentivo statale ammonta a 7.500 euro senza rottamazione11.250 euro rottamando un’auto Euro 412.500 euro rottamandone una Euro 3 e 13.750 euro rottamando una da Euro 0 a Euro 2. La novità è che in caso di rottamazione di una Euro 5 il bonus sarà di 8.000 euro.

Incentivi auto ibride plug-in 2024

Le auto ibride plug-in che potranno usufruire degli ecobonus statali 2024 sono quelle con emissioni comprese tra 21 e 60 g/km e il prezzo dovrà essere inferiore o pari a 54.900€, Iva inclusa. In particolare, per gli acquirenti con: 

– ISEE superiore a 30.000 euro: l’incentivo statale sarà di 6.000 euro di sconto senza rottamazione9.000 euro rottamando un’auto Euro 410.000 euro rottamandone una Euro 3 e 11.000 euro rottamando una da Euro 0 a Euro 2.

– ISEE inferiore ai 30.000 euro: l’incentivo auto 2024 ammonta a 7.500 euro senza rottamazione11.250 euro rottamando una Euro 412.500 euro rottamando una Euro 3 e 13.750 euro con rottamazione di una da Euro 0 a Euro 2. La novità introdotta dall’1 febbraio è che in caso di rottamazione di un’auto Euro 5 il bonus sarà di 5.000 euro.

Incentivi auto mild hybrid, full hybrid e termiche 2024

Per chi acquista auto con motori tradizionali (termiche, mild hybrid e full hybrid con emissioni di CO2 comprese tra 61 e 135 g/km) non ci sarà un bonus di maggior valore per chi ha un ISEE inferiore a 30.000 euro e tantomeno per chi non rottamerà un’altra auto.

Gli importi dell’ecobonus auto termico 2024 sono i seguenti:

– 0 euro senza rottamazione;

– 2.000 euro con rottamazione di una Euro 4 o Euro 3

– 3.000 euro con rottamazione di un’auto Euro 0 a Euro 2.

INCENTIVI AUTO 2024: QUANDO PARTONO?

La bozza del nuovo Dpcm, visionata dal Sole-24 Ore, ha confermato la struttura degli Incentivi auto 2024.

Dopo la firma di Palazzo Chigi, di Giorgia Meloni, si dovrà aspettare l’esame della Corte dei conti, la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale del Dpcm e l’aggiornamento della piattaforma Invitalia-Mimit per fare richiesta.

Quindi i nuovi Incentivi auto 2024 partono a maggio, più precisamente si potrà iniziare a prenotare il bonus auto a partire dalla prima settimana di maggio.

INCENTIVI AUTO 2024: COME E QUANDO RICHIEDERLI?

Gli incentivi auto 2024 saranno validi per tutti i contratti d’acquisto firmati nel periodo compreso tra l’1 gennaio 2024 e il 31 dicembre 2024. La nuova piattaforma Ecobonus dovrà entrare in vigore in seguito alla pubblicazione dei bonus auto 2024, fino ad allora rimarrà attiva quella vecchia.

L’unica clausola per poter beneficiare dell’incentivo 2024 è la sottoscrizione del contratto d’acquisto del veicolo tra il 1 gennaio 2024 e il 31 dicembre 2024 e che sia mantenuta la proprietà dell’auto per 12 mesi.

Il contributo verrà richiesto direttamente dal concessionario: questa dovrà registrarsi e prenotare il contributo sulla piattaforma online ecobonus.mise.gov.it, messa a disposizione dal MISE, applicare lo sconto al cliente sul prezzo d’acquisto dell’auto e confermare l’operazione con l’immatricolazione entro 180 giorni dall’apertura della prenotazione.

Visti i tempi di consegna e le dinamiche recenti delle case automobilistiche, il Governo sta pensando di modificare il termine del tempo massimo tra l’acquisto della vettura e la prenotazione dell’incentivo con la sua effettiva immatricolazione, dagli attuali 180 giorni a 270 giorni.

Un ulteriore novità dovrebbe riguardare l’apertura degli incentivi auto 2024 anche per le società di noleggio che l’anno scorso non ne avevano usufruito.

SEDE SANT'ANASTASIA

SEDE POLLENA TROCCHIA

SEDE SANT'ANASTASIA

SEDE POLLENA TROCCHIA

Copyright © 2024. Tutti i diritti riservati.
RCR AUTO S.R.L. – P.iva 06257981214